UN CICLO DI FESTEGGIAMENTI IN ONORE DI DANTE PRESSO L'UNIVERSITA' DI BARI

DANTE, L'IMMAGINARIO

 

     Lo scorso 9 novembre ha avuto inizio a Bari, nell’ambito del Festival Dante, l’immaginario, organizzato dal professor Daniele Maria Pegorari per il 750° anniversario della nascita del Poeta, la serie di convegni intitolata Dante e…, dedicata all’influenza che Dante ha avuto sulla letteratura a lui successiva, sul cinema, sulla pubblicità e in ogni altro campo della cultura. Il festival è promosso dall'Università di Bari, dal Comune di Bari e da altre realtà del mondo della cultura e della scuola.

       Il primo dei tre incontri si è tenuto nella Sala 1 del PalaPoste di Bari e ha visto Dante confrontarsi col cinema, con la filatelia, col giallo e con le illustrazioni. Dopo i saluti istituzionali e una breve introduzione del prof. Pegorari, il professor Sebastiano Valerio, italianista dell’Università di Foggia, ha moderato l’incontro che ha visto la partecipazione di professori e ricercatori. La discussione si è aperta con un intervento del professor Salvatore Ritrovato, dell’Università di Urbino, che ha analizzato alcuni rifacimenti cinematografici della Commedia in Italia e all’estero, tra i quali l’Inferno della Milano films, il Maciste all’Inferno di Brignone, l’esperimento cileno di Ruiz e quello portoghese di Rocha. A questa prima parte ha fatto seguito l’intervento del professor Francesco Giuliani dell’Università di Foggia, che ha mostrato in diapositive i migliori francobolli dedicati a Dante, sia in Italia che all'estero, a partire dal 1921 fino al 2015. Giuliani ha lamentato il magro bilancio del 2015 filatelico, auspicando un pronto riscatto nel 2012, quando cadrà un altro anniversario di rilievo.

       Molto interessante anche il discorso sul giallo, portato avanti dalla professoressa Annamaria Cotugno, dell'Ateneo di Foggia, che ha sottolineato il ruolo giocato dall’interpretazione più o meno corretta dell’universo dantesco nelle figure tradizionali dell’assassino e dell’investigatore. Tra i romanzi gialli citati, il celebre Il circolo Dante dello scrittore statunitense Matthew Pearl. Infine, la prima parte del convegno si è chiusa con l’ìntervento della professoressa Maria Isabel Giabacki, sempre dell'Università di Bari, che ha analizzato il fil rouge che lega il Poeta alle illustrazioni d’ispirazione dantesca, con dovizia di particolari.

        In sala, un pubblico competente, composto da docenti e studenti dell'Università di Bari, che hanno fatto da degna cornice a questo primo incontro di studio sul nostro massimo poeta. 

 

In alto, la locandina della manifestazione; in basso, un momento dell'incontro di studio

              Torna al Menu